La Serie Animata

L’anime di City Hunter è diviso in 4 serie e conta in tutto 140 episodi.
Le molte allusioni sessuali del manga sono state moderate nell’adattamento televisivo, infatti l’”arrapamento” di Ryo è stato reso più soft, sostituendolo con la faccia da maniaco, fuochi d’artificio, o altri accorgimenti del genere.
Secondo me l’anime non rende giustizia al manga; molte puntate non hanno una corrispondenza con quest’ultimo e sono spesso banali.
Per le prime tre serie il character design è stato curato da Sachiko Kamimura, che non rende giustizia ai disegni di Hojo… l’animazione poi non è delle migliori.

La colonna sonora invece è magnifica, spesso scritta da gruppi pop famosi in Giappone.
Bellissime Runnig to Horizon, sigla iniziale della terza serie, e Get Wild, sigla finale della seconda serie (vedi sezione CD)
Neanche da paragonare all’orrenda sigla che siamo costretti ad ascoltare quando guardiamo l’anime su Europa 7.

L’assistente americana
L’adattamento italiano delle prime due serie è veramente terribile, a parte la censura sui dialoghi e le situazioni da “mokkori”, c’è l’imbarazzante scelta dei nomi:
Ryo è diventato “Signor Hunter” (di nome fa City?), Kaori è stata soprannominata Creta (più brutto non c’era?), Saeko è diventata Selena, e così di seguito. Molti nomi dei comprimari sono italiani, come i due fratelli di Irene, GINO e CIRO, ma il massimo della tristezza è stato raggiunto con il maggiordomo del principe Nario (il bambino che aveva promesso a Ryo un harem), che si chiama “AMBROGIO”… peggio di così…..
Per fortuna i diritti della 3° e della 4° serie sono stati acquistati dalla Dynamic, che ha ripristinato i nomi originali e ha fatto un adattamento fedele all’originale.
Queste due serie sono disponibili solo in videocassetta, ma nel 1997 alcune puntate sono state trasmesse da Junior TV.
Le ultime tre puntate in Giappone sono state trasmesse tutte insieme con il titolo di “City Hunter ’91 Final Special”.
A mio parere sono molto brutte, non hanno niente a che vedere con il manga e sono inventate da sceneggiatori con poca fantasia, che sembra non abbiano mai visto City Hunter.

– Prima serie – Episodi 1-51, trasmessa per la prima volta dal 7/4/87 al 28/3/88 e in Italia dal 6/1/97
– Seconda serie (City Hunter 2) – Episodi 52-114, trasmessa per la prima volta dal 8/4/88 al 14/7/89 e in Italia dal 6/3/97
– Terza serie (City Hunter 3) – Episodi 115-127, trasmessa per la prima volta dal 15/10/89 al 21/1/90
– Quarta serie (City Hunter ’91) – Episodi 128-140, trasmessa per la prima volta dal 28/4/91 al 10/10/91

Le prime due serie vengono tuttora trasmesse su “Europa 7” ininterrottamente dal gennaio del 1997, tutti i giorni della settimana ed in alcuni periodi anche due o tre volte al giorno.

Staff della 1° e 2° serie:
Regia: Kenji Kodama
Character Designer: Sachiko Kamimura
Direzione dell’animazione: Takeo Kitahara, Sachiko Kamura
Direzione artistica: Mitsuharu Miyamae, Jun’ichi Azuma
Direzione della fotografia: Itta Furabayashi
Musiche: Ryoichi Kuniyoshi, Tatsumi Yano

Staff della 3° serie:
Regia: Kenji Kodama
Character Designer: Sachiko Kamimura
Direzione dell’animazione: Hiroshi Kojina
Musiche: Tatsumi Seno

Staff della 4° serie:
Regia: Koyoshi Egami, Yoshihiro Yamaguchi, yoshitaka Fujimoto
Character Designer: Hiroshi Kojina
Mechanical design: Noriyasu Yamauchi
Direttore delle riprese: Yoichi hasegawa
Musiche: Tatsumi Yano
Sceneggiatura: Shoji Tonoike, Shimpei Goto, Akinori Endo

Commenti disabilitati su La Serie Animata