Tsukasa Hojo

Tsukasa Hojo naque il 5 Maggio 1959 a Kyushu una isola del Giappone.
Scopre la sua passione per il disegno mentre studia Disegno Tecnico all’università; molto presto divenne un mangaka molto agguerrito.
La sua prima creazione, Space Angels, raggiunse il secondo posto nel Gran Premio di Tezuka (una gara fra mangaka).
Dopo la sua prima opera collaborò con Shueisha e alla creazione di “Cat’s Eye” (Occhi di Gatto), che lo portarono al successo e nel 1991 ebbe una popolarità internazionale (si può dire che dopo “City Hunter”, “Cat’s Eye” è la sua più bella creazione).
Nel 1983 iniziò a lavorare su “City Hunter” e scrisse due brevi storie, ma la sua opera vera e propria iniziò nel 1985 e fini nel 1991 con la creazione di ben 35 volumi.
La prima apparizione dell’anime avvenne nel 1987 grazie alla Sunrise, la seconda invece nel 1988, la terza nel 1989 e l’ultima serie circa nel 1991.
La tecnica di disegno di Tsukasa Hojo è molto apprezzata in tutto il mondo.
“City Hunter” divenne ben presto il manga favorito in Giappone, Taiwan e Hong Kong. Ryo Saeba venne votato come miglior personaggio dopo Nausicaa, am anch come miglior voce (nell’anime giapponese) per ben 13 volte (4 di queste consecutive) 2 dopo l’inizio della seconda serie.
Mentre lavorava a city hunter, Hojo lavorava anche a altri manga come “Splash” (1987-1989), “Tenshi no okurimono” (1988) e “Taxi Driver” (1990). “Splash” è una raccolta di brevi storieLa tecnica di disegno di Tsukasa Hojo è molto apprezzata in tutto il mondo.
“City Hunter” divenne ben presto il manga favorito in Giappone, Taiwan e Hon Kong. Ryo Saeba venne votato come miglior personaggio dopo Nausicaa, am anch come miglior voce (nell’anime giapponese) per ben 13 volte (4 di queste consecutive) 2 dopo l’inizio della seconda serie.
Mentre lavorava a city hunter, Hojo lavorava anche a altri manga come “Splash” (1987-1989), “Tenshi no okurimono” (1988) e “Taxi Driver” (1990). “Splash” è una raccolta di brevi storie.
Creò anche manga riguardanti storie romantiche, “Sukara no Hana Sakukoro” (1992) e”Komorebi no moto de” (1993). Ma tornò ben presto al suo vecchio stile con “Rash!” e “Melody of Jenny”.
nel 1997 creò un nuovo manga fantastico, “Family Compo”. In questa storia, il giovane Mashiko deve andare vivere con il suo zio dopo la morte del suo padre. Non ha niente contro questo trasferimento, fino a quando scopre che deve andare a vivere con dei travestiti.
Questo manga contiene in se lasimpatia e la semplicità di “City Hunter” ed è un’altro grande successo di questo grandissimo mangaka: TSUKASA HOJO.

Commenti disabilitati su Tsukasa Hojo